Volkswagen T-roc che accelera da sola

Al Salone di Ginevra, Volkswagen presenterà il concetto di SUV T-ROC 4WD. Equipaggiato con il diesel da 2.0 litri presente nella sportiva GTD (articolo precedente), il design T-ROC si basa sulla piattaforma modulare a matrice trasversale (MQB) e si inserisce nella gamma Volkswagen un veicolo sotto la Tiguan nella Golf formato. (La «T» in T-ROC è un riferimento alla nomenclatura dei SUV Volkswagen attuali e futuri come Taigun, Tiguan e Touareg.)

Volkswagen ha nella sua gamma due dei SUV di origine europea di maggior successo con la Tiguan e la Touareg; la casa automobilistica intende estendere questa gamma «in modo significativo» con nuovi modelli in un’ampia varietà di classi. Nel 2013, la Volkswagen ha mostrato come potrebbe apparire un SUV di grandi dimensioni per gli Stati Uniti o la Cina con i concept car CrossBlue e CrossBlue Coupé (post precedente, post precedente); lo sviluppo del veicolo di produzione è in corso.

Nel segmento delle medie dimensioni, Volkswagen ha svelato la concept car Cross Coupé (articolo precedente) quanto un SUV a trazione integrale può essere estremamente efficiente nei consumi con un sistema di trazione ibrida plug-in TDI. Un modello compatto nel segmento di prezzo più basso, il Taigun, è in fase di sviluppo; l’ultima versione di questo concept SUV è stata presentata a Nuova Delhi, in India, nel febbraio 2014. (Post precedente.)

Il nuovo T-ROC offre un’altra visione di un futuro SUV Volkswagen.

Sistema di azionamento del T-ROC. Il T-ROC è un 2.0 TDI con 135 kW / 181 CV. Nella concept car, l’avanzato diesel offre una velocità massima di 210 km/h (130 mph), un’accelerazione a 100 km/h in 6.9 secondi e un’ampia coppia ai due assi motori (380 Nm da 1,750 giri/min). Il consumo di carburante nel ciclo combinato è di 4.9 l/100 km (48 mpg US), pari a 129 g/km di CO2. Un cambio a doppia frizione (DSG) a 7 rapporti gestisce la trasmissione della potenza del motore al sistema di trazione integrale 4MOTION.

Durante il normale funzionamento, il sistema di trazione integrale 4MOTION, dotato dell’ultimo giunto Haldex, trasferisce quasi tutta la potenza del motore all’asse anteriore. Anche in questa situazione, il sistema 4MOTION continua ad essere una soluzione di trazione integrale permanente, perché l’asse posteriore riceve momentaneamente più potenza non appena viene rilevato lo slittamento delle ruote anteriori o i sensori del T-ROC rilevano un aumento della trasversalità accelerazione.

4MOTION utilizza strategie di precontrollo a seconda dello stato di guida specifico. Questo sistema impegna in modo variabile l’asse posteriore in frazioni di secondo tramite l’accoppiamento Haldex ogni volta che è necessario.

Il T-ROC è dotato di tre modalità di guida selezionabili dal conducente: “Street”, “Offroad” e “Snow”. I parametri del carrello, dell’unità motore-cambio e dei sistemi di assistenza alla partenza in salita e alla discesa in salita vengono modificati a seconda della modalità. La modalità desiderata viene attivata tramite un comando a rotella sulla manopola del cambio DSG; la modalità attiva è indicata in una finestra pop-up nel quadro strumenti digitale.

«Strada». La modalità standard è nota come «Street». La trazione integrale dirige la potenza all’asse posteriore solo se la trazione o l’accelerazione trasversale lo rendono necessario.

«Fuori strada». In modalità «Offroad», la guida fuoristrada può essere ottimizzata premendo un pulsante. Questa modalità preimposta la distribuzione della potenza tra l’asse anteriore e quello posteriore a 50:50 e attiva un’intera rete di sistemi di assistenza. I sistemi qui integrati includono l’assistenza alla discesa in salita, l’assistenza alla partenza in salita, una risposta del pedale dell’acceleratore più sensibile, la preselezione delle marce con DSG e ABSplus. Quest’ultimo utilizza una frequenza di pulsazione diversa su fondo stradale sconnesso, che contribuisce a ridurre lo spazio di frenata, ad esempio su pendii di ghiaia. Le telecamere anteriori e posteriori possono essere attivate anche in modalità Offroad.

«Neve». La modalità “Neve” offre un vantaggio in termini di sicurezza attiva. Come nella modalità “Offroad”, in questo caso il sistema di trazione integrale passa per impostazione predefinita a una distribuzione della potenza 50:50. Viene attivato anche il sistema ABSplus. Allo stesso tempo, le mappe dei parametri per il motore e il cambio vengono modificate per la bassissima trazione che si verifica durante la guida su neve.

Metà del tetto rimovibili. La concept car presentata a Ginevra segue un nuovo design e una nuova linea degli interni. Inoltre, la parte centrale del tetto è composta da due metà, che possono essere rimosse con pochi movimenti delle mani e riposte nel bagagliaio.

Dimensioni e peso. Il T-ROC è lungo 4,179 mm, largo 1,831 mm e alto 1,501 mm. Si basa sulla piattaforma a matrice trasversale modulare (MQB) e, grazie al suo design leggero, il SUV pesa 1,420 kg (3,131 libbre).

Faretti multifunzionali. Un elemento dominante del design del frontale tra la griglia del radiatore e la presa d’aria inferiore è una traversa in tinta con la carrozzeria («Blue-Splash Metallic»). Verso i lati in quest’area ci sono i grandi moduli dei fari rotondi, che ricordano visivamente quelli dell’iconica Volkswagen Karmann Ghia Type 34. Tuttavia, a differenza di cinque decenni fa, la tecnologia dietro le coperture in vetro può fare molto di più che generare luce.

Ciascuno dei due fari rotondi ha una striscia di tre LED al centro, con questi LED che formano il fendinebbia. Sopra questa striscia luminosa si trova un LED di potenza che assume la funzione di faretto orientabile. Sotto la striscia di tre LED, la Volkswagen ha integrato una telecamera mobile. Ogni volta che il guidatore attiva la modalità Offroad, è possibile attivare i faretti e le telecamere.

Qui, i LED di alimentazione e le telecamere seguono l’angolo di sterzata del T-ROC; l’immagine dell’ambiente circostante viene trasmessa a un ampio display (tablet rimovibile) sulla consolle centrale, in modo che il guidatore possa vedere i sassi o le buche davanti all’auto e aggirarli.

Telecamere posteriori Grandi elementi rotondi sono integrati in pannelli di rivestimento neri lucidi a sinistra ea destra della superficie. Come nella parte anteriore, in questi elementi sono integrati tre LED che formano le luci di retromarcia. Il LED di alimentazione sopra di loro assume qui il ruolo dei fendinebbia posteriori. C’è anche una telecamera sotto i tre LED, che viene utilizzata per visualizzare immagini visive dello spazio dietro il T-ROC. Le immagini della telecamera posteriore vengono proiettate anche sul tablet sulla console centrale.

Strumenti digitali. I comandi, gli indicatori di stato e le funzioni di climatizzazione nel T-ROC sono tutti interamente in forma digitale. Di conseguenza, come strumento combinato viene utilizzato un display a colori da 12.3 pollici. A seconda della modalità di guida – “Street”, “Offroad” o “Neve” – mostra una gamma di colori e informazioni che si adattano alla situazione data. In modalità “Offroad”, ad esempio, l’intervallo di velocità visualizzato dal tachimetro termina a 80 km/h invece di 260 km/h. Queste interazioni vengono visualizzate con transizioni fluide e animazioni chiare; le informazioni sono visualizzate da una nuova estetica digitale.

Adblock
detector