Recensione Peugeot e-208: la stessa, ma elettrica

Che molte nuove auto elettriche ricevano design su misura per aiutarle a distinguersi sulla strada è ironico, dato che i loro propulsori quasi silenziosi le rendono naturalmente furtive. Un rapinatore di banche non potrebbe mai fondersi con una Jaguar i-Pace in cabina o con la sfarzosa Mercedes EQC come auto per la fuga, ma potrebbero avere più fortuna con questa supermini Peugeot e-208.

Vedete, questa Peugeot elettrica è deliberatamente il più normale possibile. Proprio come i suoi fratelli benzina e diesel, si chiama 208 e si acquista la versione EV come variante del motore piuttosto che come modello a sé stante.

Vanta persino lo stesso bel design dei suoi fratelli con motore a combustione e avresti bisogno di un occhio attento per distinguerli nella carne. Sebbene l’opzione di vernice gialla brillante caratteristica dell’e-208 e i lampi verdi che ottieni sulle targhe dei veicoli elettrici del Regno Unito sicuramente aiutano.

La forma della 208 si rifà alla 205 – l'»Auto degli anni ’80» di questa rivista, nientemeno che, con la sua serra a forma di C, il montante posteriore quasi identico e la barra luminosa che copre la parte posteriore curva. Le 208 elettriche hanno il simbolo della «e» sul fianco, uno stemma sul cofano che cambia colore e inserti della griglia in tinta con la carrozzeria. Ma niente che urla ‘Sono un veicolo a emissioni zero!’ dai tetti.

Informazioni sulla gamma e sulle specifiche della Peugeot e-208

La Peugeot 208 elettrica è dotata di una batteria da 50 kWh montata sotto il pavimento, il che significa che lo spazio interno per i passeggeri e il volume del bagagliaio (più grande della Fiesta ma inferiore alla Clio a 311 litri) sono identici a quelli offerti nelle 208 benzina e diesel. Un motore elettrico da 100 kW montato frontalmente (che è 136 CV nel vecchio gergo) fornisce la guida.

La rigenerazione, di cui parleremo più avanti, è fondamentale per aumentare l’autonomia, che è stata omologata a 217 miglia utilizzando l’ultimo ciclo di test WLTP. In realtà abbiamo scoperto che farai fatica a superare le 150 miglia, il che è più che un po’ una lacuna.

La ricarica su una wallbox CA monofase richiede 7.5 ore, ma l’e-208 è in grado di gestire una ricarica rapida CC da 100 kW, che carica sei miglia nello zaino ogni minuto e può fornire una carica dell’80% in 30 minuti.

A partire da luglio 2022, il listino prezzi dell’e-208 parte da £ 30,195 per il modello Active Premium e il kit standard include cerchi in lega da 16 pollici, un touchscreen da sette pollici con Apple CarPlay e Android Auto, oltre a un sistema di frenata di emergenza automatizzato di base .

L’Allure Premium di fascia media (da £ 31,495) è probabilmente quello da scegliere, aggiungendo il bellissimo cruscotto digitale 3D per i conducenti e una telecamera per la retromarcia a colori.

Gli esteti preferiranno la e-33,445 GT da £ 208, dotata di un touchscreen centrale da 10.0 pollici con navigazione connessa, frenata di emergenza aggiornata che funziona al buio e può individuare pedoni e ciclisti, oltre a calotte degli specchietti retrovisori esterni e passaruota neri.

GT Premium è la specifica top di gamma, che aggiunge il cruise control adattivo con funzionalità stop-go, oltre a rivestimenti dei sedili in Alcantara e tessuto all’interno. Questo costa da £ 34,345.

Purtroppo, la sovvenzione per auto plug-in del Regno Unito, che offriva uno sconto sui veicoli elettrici, è stata demolita.

Com’è l’interno di questa auto elettrica Peugeot?

È familiare: c’è un selettore di trasmissione curvo che si tira indietro per la retromarcia, il folle o l’e-drive, e si tira di nuovo per alterare la sensazione di frenata rigenerativa.

Come lo standard 208, il volante ha le dimensioni di un avvolgitore di cotone, che nonostante la sua piccola statura può oscurare la fantasia della chiesuola 3D degli strumenti con la sua profondità varia, sbalorditivi strati di informazioni. L’oscurità non sarà un problema per i conducenti che abbassano il sedile e scaricano la ruota in grembo.

È un ambiente di alta qualità, con una console centrale nera lucida, un pad di ricarica wireless dietro un’aletta rotante che si chiude a scatto con la freschezza del saluto di una guardia e un delizioso strato effetto carbonio che si snoda attraverso il cruscotto.

Com’è guidare la Peugeot e-208?

La normalità della berlina lascia il posto a un’esperienza completamente eterea, a patto che tu non abbia mai guidato un’auto elettrica prima. Premi l’acceleratore e l’e-208 accelera rapidamente per il suo genere, anche se in modo glaciale rispetto alla spinta a velocità di curvatura di una Tesla Model 3 o di una Jaguar i-Pace. In modalità Sport, la Peugeot elettrica fa da 0 a 62 km/h in 8.1 secondi, mezzo secondo più veloce della versione a benzina da 127 CV più potente. Tuttavia, la finestra di funzionamento del motore limita la velocità massima a 93 km/h.

È tutto così sereno: c’è un’assenza di vibrazioni della combustione e il rombo delle gomme è ben soppresso. La corsa morbida come un cuscino su ruote da 16 pollici intensifica questa sensazione di benessere, anche se la morbidezza delle sospensioni può farti oscillare e rotolare come un tour di Liam Gallagher. C’è molta presa in curva, ma lo sterzo si sente un po’ troppo leggero ea volte appesantito in modo incoerente mentre spingi attraverso una svolta, qualcosa che solo il piccolo volante (familiare da altri design Peugeot i-Cockpit) enfatizza. Questo lo aiuta anche a sentirsi diretto e sportivo, però.

Energia rigenerante

I freni sono sempre un elemento difficile da integrare in un’auto elettrica, con quel mix tra la decelerazione iniziale causata dal passaggio del motore alla modalità di cattura dell’energia e l’utilizzo delle buone pastiglie di attrito vecchio stile. L’e-208 cerca di risolvere questo problema offrendo due livelli di frenata rigenerativa: impercettibile e appena percettibile.

Sollevare l’acceleratore e la Peugeot rallenta dolcemente, come se stesse per inerzia in un’auto a combustione. Nell’impostazione più assertiva, la decelerazione è leggermente più pronunciata, così come il lamento del motore. Ma se queste modalità di frenata fossero classificate come formaggio, sarebbero mozzarella ed Edam.

A differenza dello stilton dell’azione a un pedale della Nissan Leaf, che può rispondere al decollo con il potere di arresto istantaneo di sfondare un muro di mattoni. Anche il pedale del freno dell’e-208 sembra piuttosto largo e ronzante; è chiaramente un’area per la messa a punto nei futuri lifting.

Qualche altra insidia dell’auto elettrica di cui dovremmo essere a conoscenza?

Peugeot sosterrà il suo pacco batteria con una garanzia di otto anni e 100,000 miglia e ne certificherà la capacità quando vendi il tuo veicolo elettrico usato. Fa tutto parte di un’ampia gamma di servizi, da un’app che ti aiuta a controllare a distanza la ricarica, preriscaldare l’auto o controllarne l’autonomia.

Tali caratteristiche sono una parte normale della vita del conducente elettrico. E l’e-208 è un supermini vistosamente normale. Non si distingue come la Honda E, né indossa i volt sulla manica come la Mini Electric con accenti gialli.

Quelle auto potrebbero trovarsi bloccate entro i confini della città, a causa delle loro scarse distanze di meno di 150 miglia. L’e-208 dovrebbe sentirsi ugualmente a suo agio in città, con il suo pacchetto compatto, il decollo vivace dai semafori e la capacità di emissioni zero. Ma con la sua aria confortevole e civile a velocità autostradale, non rimarrà bloccato lì. Proprio come un’auto normale.

Adblock
detector