Devo sostituire l’indicatore del carburante se non funziona?

Non necessariamente, potrebbe essere l’unità di invio.

The Drive e i suoi partner possono guadagnare una commissione se acquisti un prodotto tramite uno dei nostri link. Leggi di più.

Gli indicatori del carburante sono meccanismi abbastanza semplici. Indicano «E» quando il serbatoio è quasi vuoto e «F» quando è pieno. Almeno, finché non lo fa. Quindi rimani all’oscuro, indovinando quante miglia puoi spremere dall’ultima goccia di carburante rimasta prima che l’auto si fermi lungo il ciglio della strada.

Quello che le persone potrebbero non sapere è perché e come quell’indicatore sale o scende. Non è un collegamento meccanico diretto, usa elettricità per farlo funzionare. Questa configurazione può creare confusione su cosa c’è che non va esattamente quando l’indicatore del carburante inizia a non funzionare correttamente.

Tuttavia, con un po’ di pazienza e un multimetro, il meccanico di casa può diagnosticare il problema a casa con un po’ di olio di gomito e comprensione del cablaggio. La guidaGli editori vogliono fornirti le conoscenze di cui hai bisogno per portare a termine il lavoro in modo da non sprecare denaro pagando i professionisti.

Trova il tuo spirito fai-da-te interiore e arriviamo ad esso.

Che cos’è un indicatore del carburante?

L’indicatore del carburante di un’auto, digitale o analogico, informa il conducente della quantità di carburante rimasta nel serbatoio.

Come funziona un indicatore del carburante?

L’indicatore del carburante mostra le informazioni trasmesse dall’unità di invio del carburante, che è collegata/su/nel serbatoio del carburante. Sulla base di tali informazioni, un indicatore analogico sposterà un ago su e giù su un quadrante oppure un indicatore digitale visualizzerà un determinato numero di barre che mostrano la quantità di carburante rimasta. Quando il serbatoio passa alle sue riserve, verrà visualizzata una spia del carburante.

Come funziona un’unità di invio del carburante?

L’unità di invio del carburante ha un braccio galleggiante che si trova nel gas liquido. Quando quel braccio si muove su e giù, cambia la resistenza a massa su un resistore variabile. Tale resistenza viene quindi tradotta e inviata attraverso il cablaggio e l’elettronica dell’auto per determinare dove è posizionato l’ago o l’indicatore digitale. Quando il serbatoio è pieno, registra un’elevata resistenza e quando è basso, registra una bassa resistenza.

I sintomi di un indicatore del carburante malfunzionante

Se noti questi sintomi, potresti avere problemi.

  • Letture inconsistenti
  • Legge basso quando il serbatoio è pieno
  • Legge pieno quando il serbatoio è vuoto
  • Falsa spia di basso livello di carburante

Quali sono le cause del mancato funzionamento degli indicatori del carburante e delle unità di invio dell’indicatore del carburante?

  • Fusibile saltato
  • Calibro rotto
  • Fili scollegati
  • Fili danneggiati
  • Falsi motivi
  • Unità di invio indicatore livello carburante guasta o rotta
  • Leva di invio dell’indicatore del carburante bloccata

Risolvere il problema

Usa il processo di eliminazione attraverso il test per determinare qual è il tuo problema.

Le basi della diagnosi di un indicatore del carburante malfunzionante

Tempo stimato necessario: Potrebbero essere ore, a seconda della posizione e dell’accesso all’unità di invio dell’indicatore del carburante.

Livello di abilitàl: Principiante

Sistema del veicolo: Carburante

Considerazioni sulla sicurezza

Sarai sotto il cofano, a testare i cavi elettrici e a occuparti della benzina per questo lavoro. Assicurati di preparare l’attrezzatura di sicurezza e le precauzioni adeguate per assicurarti di lasciare il garage integro.

  • Guanti da meccanico
  • Occhiali di sicurezza

Strumenti necessari per diagnosticare un indicatore del carburante malfunzionante

  • Tester
  • Set di cacciaviti, se necessario
  • Set di prese, se necessario
  • Strumenti di rimozione del taglio, se necessario

Organizzare i tuoi strumenti e le tue attrezzature in modo che tutto sia facilmente raggiungibile ti farà risparmiare minuti preziosi in attesa che il tuo bambino pratico e dandy o il tuo aiutante a quattro zampe ti portino la carta vetrata o la fiamma ossidrica. (Non avrai bisogno di una fiamma ossidrica per questo lavoro. Hai a che fare con il carburante e il fuoco è male quando aggiungi carburante. Per favore, non lasciare che tuo figlio ti passi una fiamma ossidrica—Ed.)

Avrai anche bisogno di uno spazio di lavoro piatto, come un garage, un vialetto o un parcheggio in strada. Controlla le tue leggi locali per assicurarti di non violare alcun codice quando usi la strada perché non stiamo facendo uscire la tua corsa dal tintinnio.

Passiamo ora alla procedura passo passo per individuare il problema.

Controlla il fusibile

Trova la miccia per il tuo indicatore del carburante e controlla la sua salute. Se è bruciato, sostituiscilo e potresti essere al sicuro. Se il tuo fusibile va bene o hai ancora problemi dopo averlo sostituito, hai un problema diverso.

Esegui l’autotest della tua auto

La maggior parte delle auto moderne costruite dopo i primi anni ‘1990 ha procedure di prova integrate. In genere vengono attivati ​​utilizzando una combinazione di interruttore della luce, pulsante di scatto e altri pulsanti del cruscotto. Controllare il manuale del proprietario per il codice specifico. Se esegui il controllo e l’ago circola attraverso i suoi movimenti su e giù, l’indicatore è a posto e hai un problema altrove.

Testare un’unità di invio dell’indicatore del carburante

Scopri come utilizzare un multimetro per testare l’unità di invio dell’indicatore del carburante nella sezione successiva. Questi sono passaggi generali che potrebbero non essere applicabili esattamente alla tua auto, ma descrivono in dettaglio il processo generale.

  1. Controlla il manuale del tuo proprietario per capire come accedere al serbatoio del carburante e all’unità di invio dell’indicatore del carburante.
  2. Rimuovere i pannelli e le parti necessari per l’accesso.
  3. Controllare il cablaggio di terra per eventuali problemi fisici.
  4. Leggere il manuale di servizio per determinare gli standard di tensione e gli schemi per il cablaggio o il connettore dell’unità di invio del carburante, a seconda che l’unità sia incorporata o meno nella pompa del carburante o al di fuori di essa.
  5. Con l’accensione su «on», utilizzare un multimetro per controllare la tensione del cablaggio e/o del connettore che fornisce alimentazione all’unità di invio. Se le letture non sono corrette, segui il circuito e prova fino a trovare il problema.
  6. Il prossimo passo è controllare la caduta di tensione. Se si ricollega il connettore e si esegue nuovamente il test, l’unità di invio dell’indicatore del carburante dovrebbe creare resistenza. Se la tensione scende, l’unità di invio dell’indicatore del carburante sta creando la resistenza che dovrebbe.
  7. Se non c’è resistenza, potrebbe essere necessario rimuovere l’unità di invio del carburante per ispezionare e testare ulteriormente.
  8. Una volta che hai l’unità fuori, imposta il tuo multimetro su ohm.
  9. Controllare il manuale del proprietario o il manuale di servizio per determinare la gamma di ohm in cui opera l’unità di invio del carburante. Se l’intervallo, ad esempio, è 0-70, leggerà 0 ohm quando il serbatoio è vuoto e 70 ohm quando il serbatoio è pieno, o viceversa. Con l’unità fuori dal veicolo, puoi verificare ulteriormente se si tratta di un problema con il galleggiante, il resistore o qualcos’altro.

Adblock
detector