Spiegazione della portata dell’i3

L’intervallo sul tuo i3, dopo la ricarica completa, a volte può essere inferiore all’importo previsto pubblicizzato. Invece di 85-100 miglia (modello BEV) stai vedendo 65 miglia. Quindi cosa sta succedendo?

Il computer dell’auto prevede la tua autonomia in base alle impostazioni della tua auto e al tuo stile di guida precedente. Inoltre, è possibile che se hai guidato l’ultima volta in condizioni molto fredde, magari con un parabrezza ghiacciato o appannato all’inizio, questo può avere un effetto sull’autonomia calcolata iniziale per il prossimo viaggio. Anche le condizioni notturne e piovose richiedono fari e tergicristalli; il terreno collinare comporta un maggiore consumo della batteria mentre l’auto si arrampica; condizioni ventose, anche se leggermente, richiedono più energia elettrica per attraversare un vento contrario e tutta quell’energia extra deve provenire da qualche parte.

Se stai vedendo un’autonomia di 65 miglia a piena carica, dovrai riqualificare il range-o-meter per iniziare a mostrarti un chilometraggio migliore. Ciò richiederà alcune modifiche allo stile di guida e un paio di impostazioni di menu che dovrebbero riadattare l’autonomia prevista in un paio di giorni o ricaricare.

10 consigli per sconfiggere l’ansia da range

  1. Passa l’auto in modalità EcoPro e guida il più possibile con quell’impostazione. In effetti, questa dovrebbe essere la tua nuova impostazione predefinita.
  2. Precondiziona l’auto prima di staccare la spina, così non avrai l’aria condizionata o il riscaldamento a tutto volume all’inizio del tuo viaggio, sprecando quella preziosa autonomia.
  3. Non accelerare forte: tieni il pennarello bianco sotto la 4a barra del tuo power-o-meter.
  4. Mantieni la velocità in autostrada a 60/65 mph in EcoPro.
  5. Tanta frenata lenta e costante, sulle lunghe distanze (controllare la frenata rigenerativa in modo costante e il più a lungo possibile prima di azionare il freno a pedale).
  6. Utilizzare l’impostazione «Auto» del tergicristallo.
  7. Evitare di trasportare peso in eccesso (rimuovere eventuali bagagli non necessari).
  8. Se hai freddo, usa i riscaldatori del sedile anziché il riscaldamento dell’aria in quanto ciò consumerà meno energia.
  9. Cerca di guidare l’auto il più possibile. Puoi farlo mantenendo il pennarello bianco al centro della console.
  10. In una oscura giornata invernale in cui non è necessario utilizzare le luci anteriori complete, ma sono comunque necessarie le luci posteriori, basta ruotare l’interruttore delle luci sull’impostazione manuale delle luci di posizione. (Manterrai le luci di marcia a LED anteriori accese come prima, ma accendi anche le luci posteriori posteriori, risparmiando un po’ più di energia.)

Infine, inizia a divertirti a salvare la tua gamma. Se questo diventa il tuo obiettivo, diventerai automaticamente un pilota migliore. 10 su 10!

Quando la tua portata è bassa

Ho tolto l’i3 per scaricare la batteria, per vedere cosa succede quando la carica si esaurisce. Ho impostato il computer Trip a zero prima di partire. Il mio viaggio comprendeva metà carrozza da duello e l’altra metà strade B (strade secondarie) in un viaggio di andata e ritorno pianificato. Avvicinandosi a casa, esattamente a 10 miglia dalla fine, il display della batteria dell’auto è cambiato in arancione. Dal grafico sottostante sapevo che il motore Rex sarebbe entrato in funzione al 6.5% rimanente e l’accelerazione sarebbe stata ridotta quando la potenza era scesa all’1.9%. Quando la batteria era scarica, l’i3 funzionava solo con il generatore Rex. Per il modello BEV, dove non c’è il generatore, la potenza è limitata allo stesso modo, ma non c’è autonomia extra con l’assenza del generatore a benzina. La tabella seguente è molto utile per ulteriori informazioni.

Grafico di formazione dei concessionari BMW

Di seguito è riportato un esempio di una tabella della batteria che BMW fornisce ai propri concessionari per aiutarli a spiegare ai clienti il ​​consumo della batteria dei modelli i3 BEV e REX in diverse condizioni di guida.

Adblock
detector